Soluzioni Cloud con beSharp e AWS

Una soluzione ad hoc per ogni tua esigenza.


Fatti ispirare dalle storie di successo dei nostri clienti: leggi i case study e scopri come beSharp ha aiutato le migliori aziende italiane (e non solo!) a raggiungere i loro obiettivi più ambiziosi.
Dalle grandi migrazioni ai progetti DevOps più avanzati, i nostri Cloud Expert sanno sempre trovare la soluzione giusta per realizzare ogni tua richiesta.

chat icon PARLA CON UN ESPERTO! Contattaci  al +39-339-7816800

Satispay

Infrastrutture Cloud per una start-up in rapida evoluzione

Satispay è una startup italiana che ha creato un innovativo sistema di pagamento totalmente indipendente da carte di credito, banche ed operatori telefonici, grazie al quale è possibile inviare e ricevere denaro in modo semplice, immediato e gratuito. Con l’app di Satispay è possibile effettuare pagamenti e scambi di denaro di qualsiasi importo, da pochi centesimi a transazioni più significative, in tempo reale e senza commissioni. Nata nel 2013, Satispay conta oggi circa 50.000 download e oltre 2.000 insegne aderenti al circuito.

lentezza
processi
operativi

staticità e
infrastruttura
monolitica

aumento costi
e tempi di
lavoro

Quali erano i limiti dell’infrastruttura IT di Satispay?

All’inizio, l’infrastruttura di Satispay era ospitata in un data center tradizionale. Il modello estremamente rigido era poco adatto alla dinamicità e alla velocità richieste da una start-up: sia il rilascio di nuove release che le modifiche delle configurazioni erano infatti  processi lenti e complessi, non gestibili in autonomia dal team di Satispay, e per ogni cambiamento era richiesto l’intervento di un tecnico interno al data center.

In questo contesto i tempi di sviluppo si dilatavano, i costi aumentavano ed era difficile raggiungere gli obiettivi che si erano fissati.

Inoltre c’era forte preoccupazione su come un’infrastruttura monolitica avrebbe potuto sopportare un numero di utenti che andava via via aumentando: nel data center non era possibile programmare operazioni di scaling orizzontale automatiche e gestire in autonomia la sicurezza dell’infrastruttura.

Che cosa ha proposto beSharp a Satispay?

Dopo aver analizzato insieme al team di Satispay le loro esigenze, sia presenti che future, beSharp ha proposto una migrazione Cloud verso una nuova infrastruttura modulare, agile e scalabile. Questa soluzione avrebbe dato a Satispay il controllo e l’autonomia che cercava, con la possibilità di accedere on-demand a risorse virtualmente illimitate, con una grande ottimizzazione dei costi di gestione.

L’infrastruttura progettata da beSharp si basa integralmente sui servizi Cloud di AWS e risolve i problemi della vecchia infrastruttura adottando soluzioni Cloud native.
I server in alta affidabilità sfruttano load balancing e autoscaling per scalare orizzontalmente le risorse, in modo da garantire sempre tempi di risposta ottimali, minimizzando gli sprechi.

Grazie alle custom metric di CloudWatch, Satispay può misurare e analizzare il tempo di risposta applicativo; le stesse metriche governano l’autoscaling mediante CloudWatch Alarms; i tempi di risposta restano così sempre all’interno delle soglie stabilite.

La soluzione proposta comprende anche un sistema di Continuous Delivery automatico che garantisce la massima agilità e velocità di deploy.

Un altro aspetto chiave della nuova soluzione riguarda il logging: i log sono raccolti, aggregati e centralizzati in modo efficiente sfruttando gli stream di Kinesis e un cluster di Elastic Search. La consultazione dei log è resa possibile da una dashboard Kibana con avanzate capacità di query.

Perché Satispay ha scelto beSharp e AWS?

Per la migrazione in Cloud della propria infrastruttura, Satispay si è affidata ai Cloud Expert di beSharp. Grazie all’esperienza maturata in decine di progetti Cloud, beSharp ha saputo entrare da subito in sintonia con il team tecnico di Satispay, lavorando a quattro mani con loro, a partire dalla fase di raccolta dei requisiti, per poi passare all’implementazione vera e propria dei servizi Cloud.

Questo ha permesso di comprendere e soddisfare a pieno le richieste della startup, formando nel contempo il suo team per renderlo autonomo nella gestione ordinaria dell’infrastruttura. Grazie al training on-the-job, infatti, Satispay ha imparato a conoscere e padroneggiare i servizi di AWS, il primo provider Cloud al mondo: l’offerta completa e di alto livello offre servizi con performance e caratteristiche enterprise, ma con costi e complessità di messa in opera da start-up.

“beSharp è un team giovane e super-competente spinto da un’innata passione per la tecnologia. Il supporto che ci offrono non è come semplici fornitori ma come un partner che crede nei nostri progetti quanto noi.”
Dario Brignone – CTO Satispay

Con quale strategia beSharp ha guidato la migrazione di Satispay sul Cloud?

Il passaggio al Cloud è stato un processo graduale: beSharp ha prima progettato e realizzato l’infrastruttura Cloud di Satispay, occupandosi successivamente della migrazione, avvenuta “a caldo” senza downtime del servizio. Questo ha permesso a Satispay di migrare tutte le risorse on premise su AWS senza provocare disservizi né agli utenti, né ai tecnici stessi che hanno potuto far crescere la propria applicazione senza interruzioni.

È stato inoltre implementato un nuovo metodo di deploy del codice, basato sull’utilizzo combinato di AWS EC2, S3, CodeDeploy, Elastic Load Balancer e Auto Scaling Group.

Quali sono i vantaggi ottenuti da Satispay dalla collaborazione con beSharp?

Satispay ha ottenuto un’infrastruttura capace di reagire automaticamente e velocemente alle variazioni di traffico, legando direttamente i costi di infrastruttura al numero di clienti attivi in un dato istante. Inoltre il nuovo metodo di deploy ha permesso di passare da rilasci monolitici a un paradigma di continuous delivery, eliminando così ogni barriera all’innovazione e alla creatività del team.

controllo e
autonomia

velocità

scalabilità

Tra i principali vantaggi che l’infrastruttura di Satispay ha potuto ottenere dalla collaborazione con beSharp troviamo anche:

  • Maggior controllo, dato dalla modularità dell’infrastruttura;
  • Velocità di deploy: da 1 rilascio alla settimana su infrastruttura tradizionale a 30 rilasci al giorno su infrastruttura Cloud;
  • Scalabilità e miglior gestione del traffico in continua crescita;
  • Agilità e flessibilità nella riconfigurazione dell’infrastruttura;
  • Ottimizzazione massima dei costi e delle risorse;
  • Massima autonomia di gestione dell’infrastruttura;
  • Un supporto 24/7 fornito dal team DevOps di beSharp per la gestione dei processi più complessi.

Scarica il white paper

e scopri i cinque punti fondamentali per un'applicazione scalabile in Cloud.

Scarica il white paper

AMADA ENGINEERING EUROPE
Internet of really big Things

SEAT PG
La migrazione in Cloud della più grande web agency d’Italia



chat-image PARLA CON UN ESPERTO! Contattaci al +39-339-7816800

scroll up image